Il settore della vendita al dettaglio di biciclette sta per aprire l'era del Bike 4.0?

Il settore della vendita al dettaglio di biciclette sta per aprire l'era della bicicletta 4.0

Nel settore delle biciclette, con lo sviluppo della tecnologia dell'informazione e dell'interconnessione e i cambiamenti nelle abitudini di comportamento dei consumatori, il rapporto tra aziende e rivenditori subirà ancora una volta dei cambiamenti.

I marchi stanno iniziando a integrare i mercati verticali attraverso modelli di acquisizione diretta o D2C, e il controllo dei canali di vendita al dettaglio viene gradualmente assunto dai marchi di biciclette, dando vita a una nuova era nel modo di operare del settore.

Indice dei contenuti
    Aggiungere un'intestazione per iniziare a generare l'indice.
    Pulsante YouTube

    Che cos'è l'era della bicicletta 4.0?

    Secondo la descrizione di Rick Vosper, la vendita al dettaglio nel settore delle biciclette è stata ampiamente suddivisa in tre modelli fin dal suo sviluppo.

    Bike 1.0, dal 1950 al 1975 circa, quando il mercato della vendita al dettaglio di specialità era dominato da un unico marchio, Schwinn, creando un'epoca di relativa stabilità a livello di fornitori di biciclette elettriche e a livello di rivenditore.

    Bike 2.0, dalla fine del boom della bicicletta all'introduzione della mountain bike all'inizio del XXI secolo.

    Questo periodo è stato influenzato dal fenomeno della concorrenza perfetta, in cui nessuno o più marchi specifici potevano accumulare una quota di mercato o un vantaggio competitivo sufficiente a controllare il mercato.

    Cos'è l'era della bicicletta 4.0

    Con Bike 3.0, iniziarono ad emergere i marchi principali, con marchi di biciclette come Trek, Specialized, Giant e Pon che iniziarono a dominare il mercato. Chi sono i Le 10 migliori marche di biciclette elettriche negli Stati Uniti?

    I marchi si sono espansi attraverso alleanze strategiche con concessionari selezionati, ma alla fine hanno fallito perché la maggior parte dei grandi concessionari ha scelto di lavorare con più di un marchio, ed entro il 2020 quasi il 30% di tutti i concessionari Quadrumvirate avrà più marchi.

    I concessionari del Quadrumvirato possiedono due o più dei marchi più importanti.

    Tuttavia, negli ultimi anni i marchi di biciclette hanno gradualmente iniziato a optare per le vendite dirette al consumatore, o hanno scelto di ignorare del tutto i rivenditori, utilizzandoli come meccanismo di adempimento e offrendo biciclette D2C dai rivenditori, come è tipico dell'era della bicicletta 4.0.

    Trek è stata pioniera di questo concetto nel 2015, e Specialized e Giant si riferiscono apertamente a questo nuovo mercato aperto e incentrato sul cliente come a un ecosistema, con i canali di vendita tradizionali sostituiti da "ecosistemi" di vendita omnicanale.

    Per rafforzare il proprio controllo sul canale di vendita, i marchi hanno cominciato ad acquisire direttamente negozi di biciclette nei mercati chiave, integrando verticalmente il canale retail, il che si riflette più direttamente nella crescita del numero di negozi gestiti direttamente dai marchi principali.

    La scala dei negozi diretti dei marchi Heading continua ad espandersi

    Nell'agosto 2021, la società olandese Pon Bike Holdings ha acquisito la catena di 11 negozi Mike's Bikes nella California settentrionale.

    Due mesi dopo Pon ha annunciato l'intenzione di acquisire Dorel Sports Group e di fonderlo con la propria linea di marchi, creando alla fine un conglomerato con quasi $3 miliardi di fatturato globale.

    Trek ha acquisito negozi di biciclette per anni e ora possiede circa centinaia di negozi al dettaglio, e Specialized continua a seguirne l'esempio.

    Acquisendo negozi al dettaglio in mercati chiave, i marchi stanno consolidando aspetti chiave del canale di vendita al dettaglio specializzato per aumentare le vendite, le economie di scala e l'efficienza del mercato.

    La scala dei negozi diretti dei marchi Heading continua ad espandersi

    Giant ha ripetutamente annunciato la sua intenzione di uscire dal settore della vendita al dettaglio per le vendite di C&C. Il presidente di Giant, John Thompson, ha dichiarato in una comunicazione agli utenti del 22 marzo: "Non siamo nel gioco della proprietà della vendita al dettaglio e abbiamo stabilito che il modo migliore per raggiungere il consumatore è attraverso rivenditori capaci e dinamici (LBS)".

    I negozi a gestione diretta rappresentano più di 10% delle vendite

    Perché i marchi danno tanta importanza ai negozi di proprietà? L'effetto più diretto è quello di poter comprimere la scala offline di altri marchi.

    Nel 2021 Trek ha acquisito 21 negozi a Orlando, in Florida, molti dei quali erano in precedenza rivenditori Specialized, e il consolidamento dell'attività di vendita al dettaglio di Trek è stato in grado di indebolire direttamente i canali di distribuzione di Specialized.

    L'integrazione delle attività di vendita al dettaglio di Trek è stata in grado di indebolire direttamente il canale di distribuzione di Specialized, di creare uno stile di marketing offline unico, di migliorare i livelli di servizio e, soprattutto, di aumentare le vendite, le economie di scala e l'efficienza del mercato, in quanto il ruolo del distributore è stato sostituito e i margini del marchio sono aumentati.

    Secondo le statistiche, i negozi di proprietà dell'azienda per i marchi Trek e Specialized rappresentano oggi più di un decimo di tutte le vendite dei negozi di biciclette, con Trek che è il marchio con il maggior numero di negozi di proprietà diretta e la più grande catena di biciclette di marca nella storia degli Stati Uniti. Qual è la differenza tra Bicicletta Trek contro bicicletta Specialized?

    Il consolidamento dei canali verticali rappresenta un cambiamento radicale nel modo di fare business, ma i marchi del modello DTC hanno un forte controllo sulle loro catene di fornitura.

    I negozi a gestione diretta rappresentano più di 10% delle vendite

    Data la necessità di rispondere rapidamente ai cambiamenti della domanda di mercato, la maggior parte dei fornitori di marchi DTC deve essere flessibile e rapida nella produzione.

    Di conseguenza, la maggior parte dei marchi DTC di maggior successo è costituita da aziende di medie o grandi dimensioni del settore, e le acquisizioni di distributori sono una scommessa ad alto rischio adatta solo ai marchi più potenti dal punto di vista finanziario.

    Tuttavia, questa non è un'opportunità per i piccoli marchi.

    Una volta che la linea diretta di un grande produttore ha un posto nel layout della vendita al dettaglio, le grandi biciclette o le produttore di biciclette elettriche potrebbe non avere bisogno di un numero così elevato di concessionari e ridurrà il numero di concessionari in alcuni mercati.

    Può essere un duro colpo per i piccoli concessionari dei grandi marchi, ma la riduzione del numero di concessionari da parte dei grandi marchi di livello 1 potrebbe essere un'enorme opportunità per l'espansione del mercato dei marchi di livello 2 e 3.

    Cioccolato
    Cioccolato
    Salve, sono uno scrittore esperto di meccanica e un esperto di tecnologia per biciclette ed e-bike che apprezza le cose pratiche e ben progettate. E, naturalmente, amo andare in bicicletta.
    Messaggi correlati
    SAMEBIKE

    Il blog sulle biciclette elettriche di SAMEBIKE, dove troverete tutti gli articoli sui consigli per il ciclismo, oltre ad alcune recensioni e newsletter sulle biciclette elettriche.

    POSTI RECENTI

    PRODOTTI

    Collegamenti:
    Galleria video
    INVIA INCHIESTA
    Demo del modulo di contatto
    Scorri in alto

    RICHIEDI UN PREVENTIVO

    Il controllo completo sui prodotti ci permette di garantire ai nostri clienti prezzi e servizi della migliore qualità. Siamo orgogliosi di tutto ciò che facciamo.